Iuris Investigazioni
Quanto si tradisce in Italia?

Quanto si tradisce in Italia?

Infedeltà coniugale | Infedeltà coniugale Italia | Tradimento coniugale | Tradimento coniugale Italia | Divorzio | Divorzio Italia | Separazione | Amante | 143 Codice Civile | Investigatore privato | Agenzia Investigativa | Investigatore privato Italia | Agenzia investigativa Italia

Quanto si tradisce in Italia?
Decisamente tanto, lo sa bene l’investigatore privato Italia della Iuris Investigazioni, che tra i vari servizi offre quello in assoluto più richiesto: indagine per infedeltà coniugale.

Nel 70% dei casi delle relazioni extraconiugali si tratta di scappatelle, nel restante 30% di rapporti stabili, in fin dei conti la differenza non conta se questi atti ledono al principio di fedeltà coniugale sancito dall’articolo 143 del codice civile:

“Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri [151, 160, 316; 29, 30 Cost.].
Dal matrimonio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale [146], alla collaborazione nell’interesse della famiglia e alla coabitazione [107, 146; 570 c.p.].
Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia [146, 186, 193].”

Un sondaggio effettuato in Italia nel 2013, ha mostrato che il 55% degli uomini e una donna su tre ha ammesso di aver tradito i propri partner.
Il risultato è che gli italiani sono tra i cittadini europei che tradiscono maggiormente i propri partner.
Negli ultimi due anni poi, ossia gli anni terribili della pandemia da Covid-19, la situazione non è per nulla migliorata, anzi, i traditori ricorrono alla tecnologia e al mondo virtuale  per soddisfare le proprie pulsioni e i propri desideri.
I siti di incontri extraconiugali hanno visto un incremento notevole delle iscrizioni proprio durante il periodo dei lockdown e addirittura pare che siano triplicati gli utenti che hanno usufruito dei servizi di chat.
In questi ultimi anni si è registrato un aumento considerevole di divorzi in cui l’infedeltà coniugale veniva perpetrata a livello virtuale; circa il 30% delle cause di divorzio.

Se temete di essere vittime di infedeltà coniugale in Italia, non esitate a rivolgervi ad all’investigatore privato Italia, non esitate a contattare la Iuris Investigazioni che opera in tutta Italia e anche all’estero, con professionalità, competenza e discrezione.
Ogni anno l’investigatore privato Italia, della Iuris Investigazioni,  si occupa di decine di indagini incentrate sul tema del tradimento coniugale, operando con professionalità e discrezione, ed anche con delicatezza in considerazione dei particolari stati d’animo delle parti in gioco, soprattutto del partner tradito che vive una situazione di disagio comprensibile e da non aggravare ulteriormente.

Ricapitolando, dagli ultimi sondaggi e dagli ultimi studi emerge che In Italia una donna su tre ha tradito almeno una volta nella vita e il numero di tradimenti aumenta nel caso degli uomini: ben uno su due ammette di essere stato infedele.
Una cosa che certamente preoccupa gli uomini e le donne per i quali il principio fi fedeltà è sacro.

 

 

Quanto si tradisce in Italia?

Il tradimento coniugale non è reato

Infedeltà coniugale | Infedeltà coniugale Italia | Tradimento coniugale | Tradimento coniugale Italia | Divorzio | Divorzio Italia | Separazione | Amante | 143 Codice Civile | Investigatore privato | Agenzia Investigativa | Investigatore privato Italia | Agenzia investigativa Italia

Il matrimonio è una cosa seria, un contratto tra coniugi con il quale si assumono diritti ma anche doveri, il tradimento coniugale non è reato ma un illecito.
L’Investigatore Privato Italia della Iuris Investigazioni si trova spesso ad indagare nell’ambito del tradimento coniugale, anzi, l’indagine per infedeltà coniugale è certamente tra i servizi più richiesti all’agenzia investigativa Italia.

Il matrimonio è il mezzo attraverso il quale i coniugi intendono realizzare una comunione di vita spirituale e materiale che si attua attraverso la convivenza, l’assistenza, il rispetto reciproco e la ricerca di un indirizzo di vita unitario.
Il codice civile, all’articolo 1443, afferma quanto segue:

« Art. 143 Codice Civile:

Diritti e doveri reciproci dei coniugi.
Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri.
Dal matrimonio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà,

  1. all’assistenza morale e materiale,
  2. alla collaborazione nell’interesse della famiglia
  3. alla coabitazione.

Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a

  1. contribuire ai bisogni della famiglia.»

Violare questi obblighi significa subire gravi conseguenze giudiziarie come ad esempio l’addebito in caso di separazione o talvolta il risarcimento del danno, qualora la parte lesa abbia subito danni materiali a seguito del tradimento subito e della fine della relazione coniugale.
L’investigatore privato della Iuris Investigazioni opera attivamente su tutto il territorio nazionale e talvolta anche all’estero.

Per Infedeltà coniugale non si intendono solo i rapporti materiali che sfociano in una relazione sessuale tra gli amanti, ma anche rapporti di natura platonica o virtuale, ad esempio il flirtare virtualmente su social network.
Il mondo virtuale, tra emoticon ricchi di faccine ammiccanti e cuoricini, è spesso motivo di divorzio o separazione e il flirt potrebbe comportare l’addebito degli oneri processuali.
Il tradimento accertato del coniuge, sia esso di natura materiale o platonica, se ha come conseguenza è il divorzio, può avere conclusioni salate a livello economici per l’infedele, come stabilito dalla Corte di Cassazione.
L’infedeltà coniugale non rappresenta più un reato, con le due sentenze della Corte Costituzionale (n.126/1968 e n.147/1969) che hanno dichiarato illegittimi gli articoli 559 e 560 del Codice Penale, ma rappresenta un fatto di elevata rilevanza sul piano giuridico.

Ogni anno l’investigatore privato Italia, della Iuris Investigazioni,  si occupa di decine di indagini incentrate sul tema del tradimento coniugale, finalizzate a fornire prove concrete e spendibili in sede di giudizio, utili al partner tradito per far valere le proprie ragioni dinnanzi alla legge.

Quanto si tradisce in Italia?

Flirtare significa tradire?

Infedeltà coniugale | Infedeltà coniugale Italia | Tradimento coniugale | Tradimento coniugale Italia | Divorzio | Divorzio Italia | Separazione | Amante | 143 Codice Civile | Investigatore privato | Agenzia Investigativa | Investigatore privato Italia | Agenzia investigativa Italia

Flirtare significa tradire?
Il flirt è un tradimento?
Nell’era della connessione rapida, degli smartphone e dei social network, il concetto di tradimento coniugale muta e si adegua ai tempi.
L’investigatore privato Italia è sempre aggiornato per poter gestire casi di infedeltà coniugale che partono proprio da un semplice flirt su uno dei tanti social network o programmi di messaggistica che tanto spopolano in Italia e nel mondo.

Secondo i dati raccolti dall’associazione Familylegal, solo a Milano il 45% delle unioni è saltata per via dei tradimenti consumati su Instagram, Whatsap ecc, il flirt non è altro che un tradimento, anche se non dovesse giungere al compimento dell’atto sessuale.
Inizia tutto per gioco: uno scambio di battute, faccine ammiccanti e cuoricini vari in un messaggio su whatsapp, poi si passa alle foto personali e così via, ovviamente il tutto all’insaputa del proprio partner,

Per infedeltà coniugale si intende quella situazione in cui uno dei due coniugi intreccia con un’altra persona una relazione amorosa anche di breve durata e non per forza di cose di natura sessuale.
In questi ultimi anni si è registrato un aumento considerevole di divorzi in cui l’infedeltà coniugale veniva perpetrata a livello virtuale; circa il 30% delle cause di divorzio che vengono discusse ogni anno, sono relative ad episodi in cui il tradimento è avvenuto attraverso vari software di messaggistica e  gli avvocati producono le copie delle chat incriminate, spesso con tanto di foto a luci rosse, a sostegno dei propri assistiti.

La recente giurisprudenza ritiene che la violazione del dovere di fedeltà coniugale, sancito dall’articolo 143 del codice civile,  si concretizza anche nelle infedeltà sentimentali o addirittura apparenti, in tal caso l’addebito per colpa potrebbe essere richiesto anche peri classici flirt, soprattutto se tali conversazioni si spingono oltre il limite del lecito.
La Suprema corte con la sentenza 9287/97 afferma Quanto segue:
“sussistono i presupposti della separazione con addebito a carico del coniuge che, pur senza porre in essere un adulterio reale, intrattenga con un estraneo una relazione platonica, che in considerazione degli aspetti esteriori con cui il sentimento è coltivato e dell’ambiente ristretto in cui i coniugi vivono, dia luogo ad un plausibile sospetto di infedeltà, comportando offesa alla dignità ed all’onore dell’altro coniuge”.

Non c’è dunque da stupirsi se l’indagine per infedeltà coniugale sia la più richiesta all’investigatore privato Italia della Iuris Investigazioni.
Se temete di essere vittime di infedeltà coniugale in Italia, non esitate a rivolgervi ad all’investigatore privato Italia, non esitate a contattare la Iuris Investigazioni che opera in tutta Italia e anche all’estero, con professionalità, competenza e discrezione.

Quanto si tradisce in Italia?

Italiani traditori

Infedeltà coniugale | Infedeltà coniugale Italia | Tradimento coniugale | Tradimento coniugale Italia | Divorzio | Divorzio Italia | Separazione | Amante | 143 Codice Civile | Investigatore privato | Agenzia Investigativa | Investigatore privato Italia | Agenzia investigativa Italia

Italiani Traditori?
Eppure l’articolo 143 del codice civile parla chiaro, spiega bene che il concetto di matrimonio è incompatibile con l’infedeltà coniugale, ma ciò non sembra fermare i traditori che in Italia crescono di anno in anno.

Art 143 codice civile.

“Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri [151, 160, 316; 29, 30 Cost.].
Dal matrimonio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale [146], alla collaborazione nell’interesse della famiglia e alla coabitazione [107, 146; 570 c.p.].
Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia [146, 186, 193].”

Ogni anno l’agenzia investigativa Italia, la Iuris Investigazioni, riceve centinaia di richieste inerenti il servizio di Indagine per infedeltà coniugale ciò è perfettamente in linea con le indagini di settore pubblicate dai maggiori siti di incontri, in Italia  che mostrano un quadro abbastanza allarmante: solo il 30% delle coppie rimane fedele, nel 40% circa delle coppie si verifica il tradimento da parte di uno dei due partner, mentre nel restante 30% entrambi tradiscono o hanno tradito.
Secondo dati raccolti dal sito Incontri-ExtraConiugali.com, oggi in Italia ogni 100 matrimoni vi sono 48 divorzi, erano solo 2,9 su 100 nel 1975, ma quelli erano altri tempi direte voi, si, forse tempi migliori.

L’investigatore privato Italia offre non solo il servizio di indagine per Infedeltà coniugale ma anche altri servizi annessi:

Ogni anno l’investigatore privato Italia, della Iuris Investigazioni,  si occupa di decine di indagini incentrate sul tema del tradimento coniugale, operando con professionalità e discrezione, ed anche con delicatezza in considerazione dei particolari stati d’animo delle parti in gioco, soprattutto del partner tradito che vive una situazione di disagio comprensibile e da non aggravare ulteriormente.
Secondo recenti studi, oggi i matrimoni durano mediamente 17 anni, anche se occorre precisare che circa il 12% delle separazioni avviene entro i primi 5 anni di convivenza della coppia.
Il tradimento coniugale, in Italia, non è più un reato ma rappresenta comunque un illecito che ha gravi ripercussioni sul piano giuridico soprattutto per il traditore.

Se temete di essere vittime di infedeltà coniugale in Italia, non esitate a rivolgervi ad all’investigatore privato Italia, non esitate a contattare la Iuris Investigazioni che opera in tutta Italia e anche all’estero, con professionalità, competenza e discrezione.

L’avvento dei social network ha contribuito ad un netto cambiamento anche sul piano dell’infedeltà coniugale, in pratica moltissimi matrimoni terminano per colpa di tradimenti consumati tramite applicazioni e siti di messagistica.
Secondo i dati raccolti dall’associazione Familylegal, solo a Milano il 45% delle unioni è saltata per via dei tradimenti consumati su Instagram, Tinder ecc, i flirt non è altro che un tradimento, anche se non dovesse giungere al compimento dell’atto sessuale.

Quanto si tradisce in Italia?

Infedeltà coniugale in Italia

Infedeltà coniugale | Infedeltà coniugale Italia | Tradimento coniugale | Tradimento coniugale Italia | Divorzio | Divorzio Italia | Separazione | Amante | 143 Codice Civile | Investigatore privato | Agenzia Investigativa | Investigatore privato Italia | Agenzia investigativa Italia

Ogni anno le Agenzie Investigative italiane ricevono centinaia di richieste inerenti il servizio di Indagine per infedeltà coniugale.

L’infedeltà coniugale in Italia è un fenomeno che registra un costante e preoccupante aumento, Secondo le statistiche mostrate dai maggiori siti di incontri, in Italia solo il 30% delle coppie rimane fedele, nel 40% circa delle coppie si verifica il tradimento da parte di uno dei due partner, mentre nel restante 30% entrambi tradiscono o hanno tradito.

L’infedeltà coniugale comporta spiacevoli situazioni che toccano diversi aspetti della vita degli attori in gioco, ossia i coniugi che affrontano la causa per divorzio o separazione, e le cose si complicano non poco in caso di presenza di figli minori.
A tal proposito l’investigatore privato Italia offre non solo il servizio di indagine per Infedeltà coniugale ma anche altri servizi annessi:

Ogni anno l’investigatore privato Italia, della Iuris Investigazioni,  si occupa di decine di indagini incentrate sul tema del tradimento coniugale, finalizzate a fornire prove concrete e spendibili in sede di giudizio, utili al partner tradito per far valere le proprie ragioni dinnanzi alla legge.
Nel 2020, le separazioni in Italia sono state complessivamente 79.917 e i divorzi in Italia sono stati 66.662.
In Italia ogni giorno ci sono oltre 250 coppie che si separano o divorziano, sabato e domenica inclusi, un dato di cui non essere fieri.

Riteniamo indispensabile ricordare che il tradimento coniugale, in Italia, non è più un reato in forza delle due sentenze della Corte Costituzionale (n. 126/1968 e n. 147/1969) che hanno dichiarato illegittimi gli articoli 559 e 560 del Codice Penale, ma rappresenta comunque un illecito che ha gravi ripercussioni sul piano giuridico.
L’articolo 143 del codice civile disciplina i diritti e i doveri reciproci tra i coniugi:

Art 143 codice civile.

“Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri [151, 160, 316; 29, 30 Cost.].
Dal matrimonio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale [146], alla collaborazione nell’interesse della famiglia e alla coabitazione [107, 146; 570 c.p.].
Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia [146, 186, 193].”

Se temete di essere vittime di infedeltà coniugale in Italia, non esitate a rivolgervi ad all’investigatore privato Italia, non esitate a contattare la Iuris Investigazioni che opera in tutta Italia e anche all’estero, con professionalità, competenza e discrezione.

Oltretutto se fino a poco tempo fa il tradimento coniugale non era considerato un motivo valido per addebitare al fedifrago i costi della separazione, una nuova pronuncia della Corte di Cassazione ha cambiato le carte in tavola in favore del coniuge tradito.
La Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 5108 depositata il 13 marzo 2015 ha giudicato l’infedeltà coniugale perpetrata del marito come la causa della fine del matrimonio ed in virtù di questo al traditore è stato intimato di pagare tutte le spese legali.