Investigatore Privato | Iuris Investigazioni

Il tradimento coniugale non è reato

Infedeltà coniugale | Infedeltà coniugale Italia | Tradimento coniugale | Tradimento coniugale Italia | Divorzio | Divorzio Italia | Separazione | Amante | 143 Codice Civile | Investigatore privato | Agenzia Investigativa | Investigatore privato Italia | Agenzia investigativa Italia

Il matrimonio è una cosa seria, un contratto tra coniugi con il quale si assumono diritti ma anche doveri, il tradimento coniugale non è reato ma un illecito.
L’Investigatore Privato Italia della Iuris Investigazioni si trova spesso ad indagare nell’ambito del tradimento coniugale, anzi, l’indagine per infedeltà coniugale è certamente tra i servizi più richiesti all’agenzia investigativa Italia.

Il matrimonio è il mezzo attraverso il quale i coniugi intendono realizzare una comunione di vita spirituale e materiale che si attua attraverso la convivenza, l’assistenza, il rispetto reciproco e la ricerca di un indirizzo di vita unitario.
Il codice civile, all’articolo 1443, afferma quanto segue:

« Art. 143 Codice Civile:

Diritti e doveri reciproci dei coniugi.
Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri.
Dal matrimonio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà,

  1. all’assistenza morale e materiale,
  2. alla collaborazione nell’interesse della famiglia
  3. alla coabitazione.

Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a

  1. contribuire ai bisogni della famiglia.»

Violare questi obblighi significa subire gravi conseguenze giudiziarie come ad esempio l’addebito in caso di separazione o talvolta il risarcimento del danno, qualora la parte lesa abbia subito danni materiali a seguito del tradimento subito e della fine della relazione coniugale.
L’investigatore privato della Iuris Investigazioni opera attivamente su tutto il territorio nazionale e talvolta anche all’estero.

Per Infedeltà coniugale non si intendono solo i rapporti materiali che sfociano in una relazione sessuale tra gli amanti, ma anche rapporti di natura platonica o virtuale, ad esempio il flirtare virtualmente su social network.
Il mondo virtuale, tra emoticon ricchi di faccine ammiccanti e cuoricini, è spesso motivo di divorzio o separazione e il flirt potrebbe comportare l’addebito degli oneri processuali.
Il tradimento accertato del coniuge, sia esso di natura materiale o platonica, se ha come conseguenza è il divorzio, può avere conclusioni salate a livello economici per l’infedele, come stabilito dalla Corte di Cassazione.
L’infedeltà coniugale non rappresenta più un reato, con le due sentenze della Corte Costituzionale (n.126/1968 e n.147/1969) che hanno dichiarato illegittimi gli articoli 559 e 560 del Codice Penale, ma rappresenta un fatto di elevata rilevanza sul piano giuridico.

Ogni anno l’investigatore privato Italia, della Iuris Investigazioni,  si occupa di decine di indagini incentrate sul tema del tradimento coniugale, finalizzate a fornire prove concrete e spendibili in sede di giudizio, utili al partner tradito per far valere le proprie ragioni dinnanzi alla legge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Please reload

Attendere...